La compagnia teatrale “Il Tesoro Ritrovato”, presenta la commedia in due atti “Miseria e Nobiltà” di Eduardo Scarpetta, adattata e rivisitata in chiave moderna con la regia di Giovanna Allotta, consulenza artistica di Tony Colapinto e con la partecipazione speciale di Giulio Cusumano. L’appuntamento è il 23 Giugno 2016 alle ore 21:15 presso il Teatro Savio a Palermo. La scelta della commedia, resa popolare dal film omonimo interpretato dall’attore napoletano Antonio De Curtis, detto Totò, risiede nell’attualità del testo: la miseria, la fame e la disoccupazione che erano presenti ieri e più che mai oggi. Ma in una società consumistica come quella in cui viviamo, occorre recuperare i veri valori come l’onestà, la generosità, il rispetto, il senso della famiglia. il pubblico dunque sarà invitato a riflettere: “Qual è la vera nobiltà? Quella del nome o quella dell’animo?”.

I personaggi della commedia sono interpretati da attori disabili e normodotati. All’interno della compagnia teatrale “Il Tesoro Ritrovato” infatti recitano anche attori disabili, la cui presenza e bravura sono l’esempio concreto che la disabilità non ha limiti e che la diversità è un punto di forza. I personaggi rappresentano i padri e i nonni di tanti italiani centro-meridionali che alla fine dell’Ottocento furono costretti ad emigrare. Oggi purtroppo accade lo stesso: i nostri giovani devono andare via per trovare un riscatto sociale. La differenza è che allora gli emigranti erano analfabeti, oggi sono laureati.

Il ricavato dello spettacolo permetterà all’associazione la realizzazione del progetto “Un estate insieme” con il quale molti ragazzi disabili potranno trascorrere i mesi estivi all’insegna del divertimento partecipando a gite, cene, momenti ricreativi al mare e in montagna perché tutti abbiamo lo stesso diritto alla vita.